IO SO DI NON SAPERE

5 Ottobre 2010 | | Commenti disabilitati

CHE COSA SUCCEDE ALL’UOMO CHE FUGGE IN PREDA AL PANICO??

NIENTE !!!! A parte il fatto che non imparerà mai!!!!
Non diventerà mai un uomo di sapere. Forse sarà un prepotente, o un innocuo vigliacco; in ogni caso sarà un uomo sconfitto.

CHE COSA PUO’ FARE PER SUPERARE LA PAURA?

Non deve scappare!!!Deve sconfiggerla andando avanti suo malgrado verso la via delle conoscenza. Non devi fermarsi neppure quando è sopraffatto dal terrore.
E’ QUESTA LA REGOLA !!!!!!
Verrà un momento in cui il suo nemico batterà in ritirata. A quel punto l’uomo comincia ad aver fiducia in se stesso, il suo intento si rafforza e imparare non gli fa più paura.
Quando arriva questo momento felice, l’uomo può affermare senza ombra di dubbio di aver sconfitto il suo primo nemico naturale.
Una volta sconfitta la paura, l’uomo è libero, al suo posto ha ottenuto la CHIAREZZA MENTALE.
Ormai l’uomo conosce i propri desideri e sa cosa fare per esaudirli.
Sembra che nulla possa essere celato.
E cosi ha incontrato il suo secondo nemico: LA CHIAREZZA!!!
Quello stato mentale cosi difficile da ottenere, dissolve la
paura, ma allo steso tempo acceca.
Consente all’uomo di non mettersi mai in discussione. Gli fa credere di poter fare tutto ciò che desidera, perchè vede le cose con chiarezza.
Ma è un errore!!!!
Se l’uomo cede a questo finto potere, soccomberà al suo secondo nemico e brancolerà sulla via della conoscenza.
Si affretterà quando dovrà essere invece paziente, o sarà paziente quando dovrà affrettarsi, e andrà avanti cosi finchè non sarà più in grado di imparare nulla.
La chiarezza, blocca qualsiasi tentativo che egli possa fare per diventare un uomo di sapere; potrà solo diventare un guerriero vivace, o un pagliaccio.

COSA DEVE FARE L’UOMO PER NON ESSERE SCONFITTO DAL SUO NEMICO??
Deve combattere la chiarezza e usarla solo per vedere, deve aspettare pazientemente e ponderare a lungo prima di procedere; deve convincersi che la chiarezza è quasi un errore.
In questo modo avrà sconfitto il suo nemico e nulla più potrà nuocergli.
Questo non sarà un errore, né un abbaglio, ma il vero potere!!!
In quel momento saprà che il potere che ha inseguito a lungo è finalmente suo. Con lui può fare tutto quello che vuole. Ha il controllo del suo alleato, per il quale ogni suo desiderio è un ordine.
Ma ecco che l’uomo si è imbattuto nel suo terzo nemico: IL POTERE.

Il potere è il nemico peggiore e la cosa più facile da fare, è cedere.
Un uomo che arriva a questo punto del percorso non si acorge quasi che il suo nemico lo sta mettendo alle strette. E improvvisamente, senza rendersene conto, avrà perso la battaglia. Il suo nemico lo avrà trasformato in un uomo crudele e capriccioso.

CHE COS’E’ CHE LO RENDE DIVERSO DA UN UOMO DI SAPERE, ALLORA?

Un uomo sconfitto dal potere, muore senza sapere come gestirlo e diventa un peso nella sua vita.
Un uomo del genere non ha il controllo di sé e non sa come quando usare il suo potere.

Un uomo viene sconfitto solo quando rinuncia a lottare e si lascia andare.
Se l’uomo cede a uno di questi poteri è finita!!!
Per sconfiggere il terzo nemico l’uomo deve sfidarlo di proposito e comprendere che il potere che in apparenza ha conquistato non gli appartiene mai veramente.
Deve mantenere il controllo e gestire con attenzione e lealtà tutto ciò che ha imparato.
Se riesce a capire che la chiarezza e il potere, senza autocontrollo, sono errori imperdonabili, raggiungerà un punto in cui avrà il dominiio su tutto. Allora saprà come e quando usare il potere e avrà sconfitto il suo terzo nemico.
A quel punto l’uomo sarà arrivato alla fine del viaggio verso la conoscenza e, quasi senza preavviso, si imbatterà nell’ultimo dei suoi nemici: LA VECCHIAIA!!!!

E’ il nemico più crudele di tutti, l’unico che non potrà mai sconfiggere completamente, ma solo allontanare.
In questa fase della vita l’uomo non ha più né paure, né un’impaziente lucidità, e il potere è sotto controllo.
Egli sente però un grande desiderio di riposare, e se si lascia andare completamente alla tentazione, perderà l’ultima battaglia e il suo nemico lo ridurrà un debole vecchio.
Ma se egli si scuote di dosso la stanchezza e vive il suo destino fino in fondo, allora potrà essere chiamato un uomo di sapere, fosse anche solo per il breve istante in cui riesce a vincere il suo ultimo, invincibile nemico.

sempre comunque ovunque

4 Ottobre 2010 | | 1 Commento

<

Ogni volta che vai via, penso al migliardo di cose che avrei potuto dirti e che non ti ho detto;
Ogni volta che vai via, la mia più grande paura è che tu possa pensare che io sia ” tutta qui”;

Ogni volta…

Quello che vorrei dirti, per cominciare , è che se tu volessi scoprirmi io sarei felice di lasciartelo fare….

The King

5 Marzo 2010 | | Commenti disabilitati

Vivo per me e per i miei figli, non vivo per te,

ma non c’e niente che io faccia senza pensare

a come sarebbe stata se l’avessi potuta condividere con te!!

So di amarti, non quando sono triste e annoiata,

 ma quando penso a quel grande mistero che si chiama

 felicità!!!!

Grazie A Te Che Non Ti Lasci Mai

17 Febbraio 2010 | | Commenti disabilitati

imagesCAQNRV3P

Mentre decidi se fidarti oppure no,

sappi che stai girando dentro un cuore

 intero!!!!!!!!!!!

Stralci di memoria

15 Febbraio 2009 | | Commenti disabilitati

Roma, 20/07/2006

 E’ incredibile: il più grande mago ed illusionista di tutti i tempi è l’amore, già fa davvero brutti scherzi !

In quella lettera non c’erano solo parole, raccontava di un sentimento cresciuto a dismisura, fino a togliermi il fiato, ora a malapena riesco a percepirlo, quasi mi sforzo di voler sentire ancora quella sensazione, che presto sarà solo un ricordo dai confini, se pur artificiali, ma ben disegnati.

Quando si tratta di dover decidere noi dove mettere i punti, diventa complicato prendere le misure, calcolare le distanze e ti rendi conto che l’unica cosa possibile è aggrapparti al tempo il tuo peggior nemico.

Tu non hai idea del male che mi fai, vorrei odiarti ,ma non ci riesco, mi chiedo allora se ti amo davvero o se il mio è solo un capriccio. Devo dimenticarmi di te e devo farlo anche in fretta tu sei solo un illusione sei il mio numero perfetto talmente perfetto che non so più nemmeno io fino a che punto tu sia fantasia o realtà. I colpi duri, quelli che ti arrivano dritti al cuore come lame affilate, certamente sono reali, ma i momenti in cui mi è sembrato di volare……

 Roma, 24/07/06

 e’ stato da me ! Lui ha la maledetta capacità di andarsene e di non girarsi mai, Lui non è in nessun posto, lui non c’è! questa cosa mi manda al manicomio . E’ sempre stato così se ci sono bene altrimenti è uguale, ma è possibile che sia veramente cosi! Lui mi ha in pugno …..la solita storia …….nella vita ci sono cose……….. io ti odio e tu sei proprio uno stronzo .

 Roma, 30.07.06

  Io credo di amare e mi vanto di amare, in realtà l’unica cosa che so fare è presentare i conti, conti che nessuno è tenuto a pagare. .

 Roma 02.08.06

 Oggi mi rendo conto di aver perso troppo tempo a cercare di recuperare gli errori commessi in passato. Non si deve aver paura di fare tabula rasa, a volte è necessario, anche se difficile, dare un taglio netto al passato e ricominciare, senza però dimenticare. Non so se ho peccato di ingenuità o di presunzione, certo è che ho sbagliato.

Dentro di me per troppo e troppo tempo ci sono stati fiumi di sentimenti, incontrollati, impazziti scorrevano dentro di me, come acque assetate di terra. E’ tempo di cambiare di costruire di vivere!                                                                                                          

ROMA  09. 08.06

 Vorrei scrivere un libro, da quale parte comincio! Scrivere un libro è come dare voce ad una foto, ma se la foto è quella del Grand Canyon? Distese di rocce per km roccia solo roccia.

La gente parla finchè non trova qualcosa da dire, inventa storie più o meno interessanti, ma quello che io vorrei fare non è riempire la carta con le parole, ma racchiudere la sommità dei pensieri e delle sensazioni in uno spazio e lasciare che siano loro a trovare l’ordine la giusta sequenza  e dare luce ad una ” PAGINA DI STORIA DELLA TUA VITA”

 Roma, 26,09,06

 Che ne sarà di me!  Posso cambiare il mondo, ma non posso cambiare ciò che lui è per me! Lui ne fa una questione di ego, io invece lo amo!

 ROMA, 09.10.06

 Finchè le cose vanno per il verso che noi vogliamo, riusciamo anche ad essere ragionevoli,ma come le situazioni prendono una direzione diversa da quella che ci aspettiamo diventa tutto complicato. Questo è un dato di fatto! Ma le certezze che di solito cerchiamo sono altre, per esempio : Lui ha rallentato il passo, oppure sono io ad aver aumentato l’andatura ? La realtà è sempre davanti ai nostri occhi, e non ha direzioni. Io so la risposta a questa domanda, lui sta giocando con me come fa il gatto con il topo eppure ogni tanto mi illudo che non sia cosi! Certe concessioni sono pericolose, ma se qualcuno le ha inventate , bisogna pur usarle qualche volta!

 Roma, 10,10,06

 Sono stata a cena con Lui! Il mio umore è a terra, ma non sono sorpresa. Ho sempre cercato la sua approvazione, per me lui è stato un grande stimolo,ma adesso tutto è cambiato, la sua considerazione per me non sarà mai alle stelle. Ne ho combattute di battaglie per conquistare di nuovo fiducia in me e  nessuno questa cosa potrà cambiarla nemmeno lui. Ognuno ha i sui metodi per ottenere le cose, solo il risultato stabilisce l’efficacia del metodo. La verità è che con lui ho perso la guerra tanto tempo fa, ma la cosa peggiore è che mi sono ostinata a voler combattere una guerra già persa.  Speravo che in qualche modo lui mi avesse dato di nuovo la possibilità di recuperare o ancora meglio speravo che lui avesse riconsiderato delle cose di me. Non è cosi.

 ROMA, 15,11,06

 ODIO o AMORE?  Ieri abbiamo cenato insieme, spero che sia finita qui! Il dolore fa prendere decisioni sbagliate,ma quello che può fare la paura del dolore è ancora peggio. Lui in un attimo mi ha tolto tutto e non aveva alcun diritto di farlo e non sapeva niente di me ed io lo lasciato fare,perchè?

Certo le domande che ho fatto non sono da poco e per questo penso che le risposte non sono da poco, ma soprattutto ne vale la pena di trovare la risposta?

Spero solo che il destino quello che un giorno ci ha costretti ad una breve convivenza riesca a rimettere le cose al posto giusto spero solo che aveva ben chiaro il progetto!

 ROMA, 14.02.08

 XXXXXXX!!!!! Di nuovo piegata a lui!!!!!! Quanto tempo è passato?????????

Questa volta se non mi salva lui ……………Ho voglia di lui, io ho bisogno di lui

Io sono semplicemente pazza di lui. In un attimo ho cancellato una storia!

Gli sono bastate tre parole e nemmeno l’ha  dovute dire ha solo lasciato intenderle!!!!

E’ questa la cosa grave …..io non ho più speranze .

 Roma, 20.02.2008

 L’attimo in cui non pensi, l’attimo in cui tutto si ferma, l’attimo che pochi sanno cogliere,

l’attimo per cui vivere tutta una vita, l’attimo in cui riesci a sentire, l’attimo che ho vissuto con te!!!

Equilibrio sopra la Follia

28 Gennaio 2009 | | Commenti disabilitati

Leggi il seguito

T’amo non T’amo

27 Gennaio 2009 | | 2 Commenti

Leggi il seguito

 

images[1] 

Si racconta che una volta, Leggi il seguito

Grand Canyon

22 Maggio 2008 | | Commenti disabilitati

 

Leggi il seguito

Cosi è se vi pare

28 Aprile 2008 | | 2 Commenti

Leggi il seguito